Partner im RedaktionsNetzwerk Deutschland
Écoutez {param} dans l'application
Écoutez Radio 24 - Il cacciatore di libri dans l'application
(26.581)(171.489)
Sauvegarde des favoris
Réveil
Minuteur
Sauvegarde des favoris
Réveil
Minuteur
AccueilPodcastsLittérature
Radio 24 - Il cacciatore di libri

Radio 24 - Il cacciatore di libri

Podcast Radio 24 - Il cacciatore di libri
Podcast Radio 24 - Il cacciatore di libri

Radio 24 - Il cacciatore di libri

ajouter

Épisodes disponibles

0 sur 30
  • "Finchè il caffè è caldo" di Toshikazu Kawaguchi e "La fortuna" di Valeria Parrella
    Ci sono libri che che hanno successo a distanza di anni dalla pubblicazione oppure godono di un'onda lunga: è quello che sta accadendo al romanzo "Finché il caffè è caldo" del giapponese Toshikazu Kawaguchi. In Italia è stato pubblicato nel 2020 da Garzanti (traduz. Claudia Marseguerra). Nel frattempo sono arrivati in libreria due sequel, eppure è sempre il primo volume a fare capolino periodicamente nelle classifiche. Kawaguchi ha immaginato una caffetteria magica in cui si entra, ci si siede ad un determinato tavolino e nel tempo che si impiega a sorseggiare una tazza di caffè si fa un viaggio nel tempo e si può risalire a un momento della vita in cui si è fatta una scelta sbagliata. Non si può cambiare il passato, ma comunque da questa esperienza si esce confortati. Nella seconda parte andiamo indietro nel tempo: 79 dopo Cristo, impero romano. Lucio è il figlio unico di una famiglia nobile che vive a Pompei. È cieco da un occhio, è destinato a diventare senatore, ma lui ha un'altra passione: il mare e le navi. Nel romanzo "La fortuna"(Feltrinelli) Valeria Parrella racconta la storia di Lucio che è la storia di qualsiasi ragazzo in qualunque epoca: un ragazzo che vuole realizzare i propri sogni ed è nello stesso tempo determinato, ma rispettoso della famiglia. Il destino farà sì che Lucio si trovi a guidare quasi casualmente una nave nel momento in cui c'è la storica eruzione del Vesuvio che annienta Pompei, Ercolano e le zone circostanti. Regia: Gianmarco Ferronato
    5/28/2022
  • Il Salone del libro
    Puntata speciale del Cacciatore di libri realizzata dal Salone del libro di Torino. I temi che animano questa 34esima edizione illustrati dal direttore della manifestazione Nicola Lagioia. E poi un'intervista allo scrittore indiano Amitav Gosh che ha tenuto la lectio inaugurale. Al Salone diversi incontri dedicati ai 30 anni dalla strage di Capaci, fra i quali quello con Roberto Saviano. E poi la passione dei lettori italiani per gialli e noir spiegata da Gianrico Carofiglio e i dati delle vendite nei primi quattro mesi del 2022 diffusi dall'Aie, l'associazione editori: ancora una volta il mercato è trainato dai fumetti.
    5/21/2022
  • "Rancore" di Gianrico Carofiglio e "Io, Monna Lisa" di Natasha Solomons
    Penelope Spada è tornata. L'ex pm che indaga privatamente solo sui casi che le stanno a cuore è protagonista di "Rancore" di Gianrico Carofiglio (Einaudi). In questo romanzo si inizia a far luce sul passato di Penelope che aveva lasciato la magistratura per aver commesso un errore. Il caso di cui decide di occuparsi è quello di un famoso chirurgo e docente universitario, molto potente, morto di infarto due anni prima: la figlia è convinta che si tratti di omicidio. Nella seconda parte parliamo di "Io, Monna Lisa" di Natasha Solomons (Neri Pozza - traduz. Laura Prandino). Cosa accadrebbe se la Gioconda, dipinto di Leonardo, una delle opere d'arte più famosa al mondo, dovesse iniziare a parlare? Se potesse raccontare il legame con il suo creatore, ma anche tutte le avventure vissute dal 1504 a oggi? È quello che ha provato a immaginare la scrittrice Natasha Solomons che ricostruisce la storia della Gioconda attribuendole una forte personalità ma soprattutto una voce.
    5/14/2022
  • "Volver" di Silena Santoni e "Il silenzio del mondo" di Tommaso Avati
    "Volver" di Silena Santoni (Giunti). Un romanzo corale su uno dei periodo più bui della storia dell'Argentina. Siamo nel 1977, un anno dopo il golpe militare che instaurò la dittatura. C'è Martina, studentessa universitaria, che insieme a un gruppo di amici, tutti di origini italiane, inizia a rendersi conto di quanto accade intorno: persone che scompaiono, gente rapita in strada da militari in borghese, violenze. C'è un giovane console italiano che aiuta molte persone in pericolo a scappare dal Paese. In un piano temporale successivo c'è anche un giovane, Jorge, che fa una scoperta inquietante: è stato adottato e suo padre, militare, è stato responsabile dell'uccisione della sua madre biologica. Nella seconda parte parliamo di "Il silenzio del mondo" di Tommaso Avati (Neri Pozza). Racconta la storia di tre donne Rosa, Laura e Francesca: tre genereazioni di donne affette da sordità. Rosa (la nonna) era un'orfana, adottata da una coppia di mezzadri che in questo modo avevano potuto ottenere dal regime fascista un sussidio. Quando i genitori adottivi si accorgono che la bambina è sorda iniziano a isolarla e lei inventa un personalissimo linguaggio dei segni. Poi c'è la figlia Laura, con la quale Rosa cerca di comunicare con i segni, ma deve scontrarsi con il marito che si oppone con forza e violenza. Infine Francesca, nipote di Rosa, che vive la sordità in un altro periodo storico, ma che si vergogna di usare il linguaggio dei segni.
    5/7/2022
  • "Trema la notte" di Nadia Terranova e "Leggere possedere vendere bruciare" di Antonio Franchini
    28 dicembre 1908, ore 5,20: una devastante scossa di terremoto colpisce Reggio Calabria e Messina che vengono quasi rase al suolo. In "Trema la notte" (Einaudi) Nadia Terranova narra questo fatto storico dal punto di vista di due personaggi di fantasia: Nicola 11 anni che vive a Reggio Calabria e Barbara, 20 anni, che vive a Scaletta Zanclea, ma che il giorno del terremoto si trovava a Messina a casa della nonna. Nicola e Barbara vivono per ragioni diverse in famiglie opprimenti e in modo quasi feroce il terremoto può rappresentare per loro un modo per conquistare la propria libertà, non senza sensi di colpa. Nella seconda parte parliamo di "Leggere possedere vendere bruciare" di Antonio Franchini (Marsilio). Un libro sui libri, su quello che c'è dietro i libri perché è stato scritto da uno dei grandi editor della narrativa italiana, scopritore di Paolo Giordano e Roberto Saviano, oggi direttore editoriale di Giunti e Bompiani. Franchini intreccia ricordi personali (per esempio il rapporto con il padre), ricordi professionali e aneddoti, per raccontare il proprio rapporto con i libri, ma anche per far luce sul sistema cha va dalla selezione di un "manoscritto", al lavoro sul testo per finire con la vendita.
    4/30/2022

À propos de Radio 24 - Il cacciatore di libri

Site web de la radio

Écoutez Radio 24 - Il cacciatore di libri, Skyrock ou d'autres radios du monde entier - avec l'app de radio.fr

Radio 24 - Il cacciatore di libri

Radio 24 - Il cacciatore di libri

Téléchargez gratuitement et écoutez facilement la radio et les podcasts.

Google Play StoreApp Store

Radio 24 - Il cacciatore di libri: Radios du groupe